Facebook acquisisce Instagram: insieme contro Twitter

Altro capitolo multimilionario (anzi miliardario) nella storia delle start-up nate senza soldi ma con tanta fame. Instagram, azienda che ha milioni di utenti e le loro foto ha trovato il modo per guadagnare da questa idea: vendere. A 1 miliardo di dollari. L’acquirente è Facebook.

Perché mai Facebook, il social network più amato (e odiato) al mondo ha deciso di spendere così tanti soldi per acquistare una applicazione di photo-sharing? Probabilmente perché gli utenti da per sé usano già Facebook e Instagram connessi condividendo le immagini. Inoltre, bisogna considerare che proprio le foto sono uno dei principali elementi che costituiscono la comunicazione su Facebook.

Insomma, Instagram non è mai stato un social network ma i suoi contenuti (le immagini) da sempre contribuiscono a riempire gli spazi di Facebook. E ora le due aziende sono legate ancora di più, seppur Instagram manterrà la sua indipendenza operativa.

Lo scopo è quello di offrire un servizio migliore agli utenti legando le due affiliate nello scambio dei dati (questione che rientra anche nelle misurare relativa alla privacy di Facebook al voto questi giorni).

images

Altro vantaggio per Facebook è quello di poter controllare la gran parte del photo-sharing da due prospettive aziendali contemporaneamente e poter allontanare altri social network di largo successo come Twitter.

Non a caso il passaggio di proprietà ha portato Instagram a rendere meno efficiente il servizio di condivisone delle foto su Twitter. Gli utenti hanno notato un notevole peggioramento (non a loro imputabile) della qualità delle foto che vengono condivise sul social network dai 140 caratteri.

Secondo quanto detto dal Ceo di Instagram Kevin Systrom, l’applicazione ha cancellato l’integrazione con Twitter Card che permetteva agli utenti di visionare un contenuto linkato in Twitter direttamente dal social network stesso.

Se la strategia di Facebook per contrastare la concorrenza è quella acquistare tutto ciò che piace alla gente e che può essere integrato con la sua attività, allora le guerre tra social network continueranno. Anche perché Twitter può sviluppare la sua applicazione di photo-sharing per continuare a offrire un servizio migliore e più completo.

Come tipico della rete, i confini tra le attività sono molto labili e si è costretti a dover controllare più ambienti e attività digitali che possono integrarsi fra loro. Insomma, tutto ciò che è social può stare insieme, ma non è difficile immaginare uno scenario futuro con sempre meno attori che inglobano tutte le soluzioni integrabili tra loro per contrastare i concorrenti.

Annunci

3 thoughts on “Facebook acquisisce Instagram: insieme contro Twitter

  1. Pingback: Nuova app Twitter per le foto | my dreams are tweets

  2. Pingback: Instagram vende le nostre foto dal 16 gennaio | my dreams are tweets

  3. Pingback: Facebook fa pagare i messaggi | my dreams are tweets

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...