Facebook: si vota per la privacy

Da lunedi 3 dicembre Facebook permette di votare per decidere sulla modifica della Normativa sull’utilizzo dei dati e della Dichiarazione dei diritti e delle responsabilità. Si voterà fino al 10 dicembre e solo in caso di raggiungimento di un quorum il voto porterà effettivi cambiamenti. Il quorum è fissato al 30%, quindi almeno 300 milioni di iscritti a Facebook dovranno votare, altrimenti l’esito di questo “referendum digitale” avrà solo un valore orientativo per l’azienda.

La faccenda non è di poco conto perché sembra essere l’ultima opportunità (nel caso non si raggiunga il 30%) per poter decidere con il voto riguardo la propria vita su Facebook e la gestione dei dati personali.

vota

Il social network più amato del mondo (recente la notizia di aver raggiungo 1 miliardo di iscritti) è continuamente accusato anche dai suoi iscritti di avere un comportamento scorretto per quanto riguarda l’uso dei dati personali. In poche parole si accusa Facebook di essere un database di informazioni sui suoi utenti e di loro profili. Informazioni che possono essere vendute a terzi a fini promozionali e di indagini di mercato.

Inoltre Facebook ha acquisito Instagram (programma di photo-sharing) creando quindi una legame anche aziendale forte su uno dei contenuti più presenti su Facebook: le foto. Le quali contribuiscono a creare delle relazioni.

zuckemberg facebook

Il meccanismo adottato da Facebook è stato quello di attrarre a sé milioni di utenti con una formula vincente che è riuscita a intercettare le esigenze della gente e quelle degli utenti della rete.

Di questi milioni di iscritti  che hanno creato un profilo,  molti non hanno preso in considerazione le problematiche relative alla privacy. E la facilità con la quale è possibile iscriversi, la gratuità, il passaparola lo hanno reso un fenomeno di massa senza le dovute consapevolezze.

Sulla pagina Facebook Governance è possibile quindi visionare i documenti attuali e quelli proposti e decidere se votare e quale scelta fare. E – guarda caso – il voto è effettuato usando una applicazione.

Le perplessità riguardano la reale possibilità di raggiungere il quorum del 30% degli iscritti. Chi tiene al suo diritto di voto per quanto riguarda le politiche della privacy non può far altro che innescare un passaparola. Magari usando Facebook.

Annunci

One thought on “Facebook: si vota per la privacy

  1. Pingback: Facebook acquisisce Instagram: insieme contro Twitter | my dreams are tweets

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...